English   Español   Français  


Qualora vogliate ricevere regolarmente le notizie dalla Curia dei gesuiti, inviate un'email con soggetto "Subscribe"


Newslink


  • Versione Italiana
  • Archivio newsletters precedenti
  • Headlines from the Social Apostolate


  • Jesuit news online


  • Jesuits USA
  • Noticias de la CPAL-SJ
  • Jesuits in Europe
  • Jesuits in Asia Pacific
  • Jesuits in South Asia


    Mirada Global online review

    politics, economy, culture and religion from a Latin American perspective. More »


    Dispatches from JRS

    a twice monthly news bulletin from the JRS International Office |More»


    In All Things

    the editorial blog from America magazine | More »


    Thinking Faith

    the online journal of the British province | More »


    Eureka Street

    public affairs, international relations, the arts and theology; from Australia | More »


    Ecología y Jesuitas en Comunicación

    Busca promover la toma de conciencia entre Jesuitas y amigos sobre las cuestiones ecológicas
    | More »


  • Stampare questo numero
    Archivio: newsletters successive a marzo 2009


    Vol. XX, No. 2 27 gennaio 2016

    Conversazioni con il Padre Generale

     

    I gesuiti

     

    Noi siamo la Compagnia di Gesù, un ordine della Chiesa Cattolica Romana di sacerdoti e fratelli, fondato 500 anni fa da un cavaliere, convertito e divenuto mistico, Ignazio di Loyola. Ma la maggior parte della gente ci chiama "i gesuiti". Secondo la visione del nostro fondatore, cerchiamo "di trovare Dio in tutte le cose". Ci dedichiamo alla "maggior gloria di Dio" e al bene dell'umanità; e lo facciamo con gratitudine in collaborazione con altri che condividono i nostri valori, inclusi i laici; i quali sono entrati a far parte del "noi", la famiglia estesa dei gesuiti. La nostra collaborazioni con i laici deriva dal nostro rapporto personale con Cristo. Vediamo noi stessi come compagni di Gesù, e invitiamo altri a unirsi a noi, come amici nel Signore. Insieme costruiamo il corpo di Cristo. Con i nostri amici e collaboratori, apriamo un dialogo con un mondo molto diverso perché in esso si trova Dio. Dall'esperienza e dalla riflessione, sappiamo che "in ogni cosa" possiamo trovare significato, valore e progetto divino.

     

    A partire da questo mese, il bollettino Gesuiti nel mondo pubblicherà un'edizione speciale intitolata "Conversazioni con il Padre Generale Adolfo Nicolás" su vari aspetti della vita dei gesuiti. Nella prima di queste conversazioni, il Padre Generale parla della vita comunitaria dei gesuiti con il Padre Patrick Mulemi, Direttore dell'Ufficio Comunicazione e Pubbliche Relazioni della Curia Generalizia di Roma.

     

    Comunità

     

    La 35esima Congregazione Generale parla della Comunità come missione (D. 3, N. 41). In una delle sue lettere, lei dice che i gesuiti pensano alla comunità come ad una sorta di "ministero". Cosa intendeva dire?

     

    R. Il nostro ministero con i laici e la visibilità che abbiamo come comunità sono radicalmente cambiate. Non abbiamo più la "clausura" e tutte le nostre comunità sono molto migliorate come ospitalità; e questo è davvero un bene. Anche la nostra tavola è più aperta di prima alla gente, alle persone reali, che prima consideravamo "estranei". Ciò significa, tra le altre cose, che la qualità della nostra vita comunitaria, la profondità e la gioia delle nostre conversazioni e dei nostri scambi, adesso sono trasparenti e, in quanto tali, un servizio o uno scandalo per i laici. Di conseguenza, costruire una comunità e prendersi cura di chi ne fa parte può essere un servizio di grande valore nella nostra vita apostolica.

     

    Sembra che la vita comunitaria sia tipicamente una preoccupazione dei gesuiti. Perché pensa che abbiamo difficoltà con la vita comunitaria nella Compagnia? Quali sono i principali problemi nell'affrontare la vita comunitaria nella Compagnia al giorno d'oggi?

     

    R. Non posso darle una spiegazione esauriente delle ragioni Posso parlare della mia esperienza personale, condivisa da molti altri nel passato. Siamo stati iniziati alla vita comunitaria con testi di santi monaci e altri "monastici" del passato. Nei miei primi anni nella Compagnia non ho mai sentito quanto poi ho letto dopo; vale a dire che, la "comunità in generale" non è un tema del Nuovo Testamento, dove non troviamo definizioni di cosa sia o non sia una comunità. Troviamo invece molte indicazioni sulle attitudini cristiane che costruiscono una comunità, e inviti pressanti a fare il bene dell'altro. Nelle lettere di San Paolo, troviamo più di 80 frasi sul perdono reciproco, sul sostegno, sull'aiuto, sulla pazienza, sulla condivisione degli oneri, sull'incoraggiamento, e così via. Posso comprendere che abbia omesso ciò che doveva ancora essere cercato. Tento semplicemente di spiegare perché per i gesuiti questo sia un problema.

     

    Come pensa che lo "stacanovismo" contribuisca alle difficoltà nella vita comunitaria? Ha qualche suggerimento pratico per attenuare questo problema?

     

    R. Penso che abbiamo la tendenza a identificarci con quello che facciamo, con le nostre responsabilità... e, quando arriva il momento, con la nostra posizione sociale, che vogliamo assumere al meglio. Il problema è aggravato dal fatto che, se hai talento, ti pioveranno addosso tante richieste. Maggiori possibilità di servizio avrai, maggiore sarà la necessità di discernere al meglio la distribuzione del tuo tempo. Non possiamo fare tutto. Per svolgere un buon ministero, abbiamo bisogno di concentrazione, studio, riflessione e tempo. Disperdere attenzione ed energie certamente non è di aiuto per arrivare a quella profondità e creatività evangelica che desideriamo per il nostro ministero.

     

     
     
    Our online pharmacy offers not only of interest to deliver the medication at home viagra usa pharmacy online order to do this, we are helping to define the format of the pharmacy, its positioning, as well as to identify all boundary conditions. Our experts will help you find the right best places offer options if necessary visit lipitor buy safely any must evolve with the times changing for the better and remain relevant to the present time. Very quickly, I liked it very much where purchase cialis all of this is our online pharmacy your health grounds.