English   Español   Français  


Qualora vogliate ricevere regolarmente le notizie dalla Curia dei gesuiti, inviate un'email con soggetto "Subscribe"


Newslink


  • Versione Italiana
  • Archivio newsletters precedenti
  • Headlines from the Social Apostolate


  • Jesuit news online


  • Jesuits in Africa
  • Jesuits in Canada and USA
  • Noticias de la CPAL-SJ
  • Jesuits in Europe
  • Jesuits in Asia Pacific
  • Jesuits in South Asia


    Mirada Global online review

    politics, economy, culture and religion from a Latin American perspective. More »


    Dispatches from JRS

    a twice monthly news bulletin from the JRS International Office |More»


    In All Things

    the editorial blog from America magazine | More »


    Thinking Faith

    the online journal of the British province | More »


    Eureka Street

    public affairs, international relations, the arts and theology; from Australia | More »


    Ecology amd Jesuits in Communication

    Seeks to sustain a greater awareness of Jesuit people in ecology and advocacy efforts
    | More »


  • Stampare questo numero
    Archivio: newsletters successive a marzo 2009


    Vol. XXI, No. 19 20 dicembre 2017

    DALLA CURIA

     

    In ricordo dell'ARPN Peter-Hans Kolvenbach, S.I.

    Il sito web dedicato alla memoria del Padre Peter-Hans Kolvenbach, S.I. è ora disponibile in tre lingue, inglese, francese e spagnolo. Visitate https://kolvenbach.jesuitgeneral.org per saperne di più sul 29º Superiore Generale della Compagnia di Gesù. 

    NOMINE

     

    Papa Francesco ha nominato:

     

    - il P. Arturo Elberti (EUM) consigliere della Congregazione delle Cause dei Santi. Nato nel 1951, il P. Elberti è entrato nella Compagnia nel 1971 ed è stato ordinato sacerdote nel 1981. È docente di Teologia Sacramentaria presso la Pontificia Università Antonianum di Roma. 

    DALLE PROVINCE

     

    HAITI: Il Xavier Network continua la ricostruzione di Haiti dopo l'uragano Matthew

    A un anno dalla devastazione causata dall'uragano Matthew ad Haiti, il Xavier Network continua a sostenere la ricostruzione a lungo termine, con una speciale attenzione alle istituzioni educative. Oltre 2 milioni di persone sono state colpite quando l'uragano Matthew ha devastato la costa sud occidentale di Haiti nell'ottobre del 2016. Il Xavier Network ha immediatamente attivato il suo protocollo di emergenza, nominando Entreculturas (Spagna) come agenzia principale per la risposta umanitaria. L'organizzazione spagnola per lo sviluppo ha gestito la crisi sul terreno, come parte di Fe y Alegría, la più grossa rete di istituzioni educative gesuite al mondo e uno dei principali partner strategici del Xavier Network. Altre organizzazioni facenti parte della stessa rete hanno raccolto fondi e fornito aiuto tecnico e consigli. Per saperne di più (in inglese)...

     

    MYANMAR: Papa Francesco incoraggia i gesuiti a essere profondamente fondati, radicati nell'amore di Dio

    Nella sua recente visita in Myanmar, Papa Francesco ha incontrato i gesuiti in servizio nel Paese. Ha parlato loro di temi familiari: la libertà che Dio ci dà di sceglierlo o rifiutarlo; l'appello ai gesuiti di essere nella e della Chiesa; il modo in cui i gesuiti dovrebbero essere profondamente fondati, radicati nella cultura e nell'amore di Dio; i due aromi necessari per i pastori: "l'odore della pecora e l'odore di Dio". Citando Ezechiele, ha parlato dei falsi pastori che vivono riccamente del latte (nutrimento) e della lana (abbigliamento) delle loro pecore. Parlando di discernimento, ha fatto riferimento alla decisione presa da San Pietro Claver, che lo ha condotto sempre più profondamente a prendersi cura degli schiavi che arrivavano a Cartagena, in Colombia. Ha parlato del suo senso di vergogna, essendo consapevole dei sacrifici che i fedeli fanno per venire a pregare con il Papa. Provare vergogna è una grazia, ha detto, la grazia per cui Ignazio ci chiede di pregare nella Prima Settimana. Per Francesco, è la grazia che lo aiuta a sapere come essere un pastore. Per saperne di più (in inglese)...

     

    TAIWAN: Conferimento di un riconoscimento postumo a un sacerdote americano per il suo contributo alla società

    Al gesuita americano, P. George "Jerry" Martinson, venuto a mancare alla fine di maggio scorso, è stato conferito un riconoscimento postumo dal Ministero dell'Istruzione il 5 dicembre scorso, per il contributo di una vita all'educazione sociale a Taiwan. Il premio è stato ritirato da suo fratello, il P. Barry Martinson, durante una cerimonia al ministero per l'istruzione a Taipei. "Mi sento veramente onorato di ritirare questo riconoscimento a nome di mio fratello", ha detto Martinson. Parlando ai giornalisti dopo la cerimonia, P. Martinson ha detto che suo fratello credeva che i media, con il loro ampio raggio d'azione, fossero uno dei modi più efficaci per contribuire all'aumento della consapevolezza di varie questioni sociali. Il P. Barry Martinson ha detto che, mediante il Kuangchi Program Service (KPS), una produzione televisiva a Taiwan che produce programmi educativi gratuiti, il Padre Jerry Martinson ha potuto raccontare al pubblico le storie di diversi gruppi emarginati nella società. Per saperne di più (in inglese)...

    GESUITICA

     

    Annuncio di un nuovo Programma di Terz'Anno

    La Conferenza dell'Africa e del Madagascar (JESAM) annuncia l'avvio di un nuovo programma di Terz'Anno. Il programma avrà la sua base a Cape Town, in Sud Africa, a partire dal 15 settembre 2018, con la durata di sei mesi. Il P. Michael Lewis, S.J., sarà l'Istruttore del Terz'Anno, con l'ausilio del P. James McGloin, S.J. Dieci posti sono ancora disponibili per partecipare al programma. Le iscrizioni devono essere inviate al P. Lewis all'indirizzo email: michael.lewis@jesuits.net

     

    90 anni a Borgo Santo Spirito, 4

    L'8 dicembre 2017, la Curia Generalizia dei gesuiti ha compiuto 90 anni di presenza nell'attuale collocazione a Borgo Santo Spirito 4, nei pressi del Vaticano. Un estratto dagli annali della casa dell'8 dicembre 1927:

     

    "L'8 dicembre, Nostro Padre (Wlodimir Ledochowski) volle benedire da se stesso, sotto gli auspici della Vergine Immacolata, la nuova Curia secondo la formula del Rituale romano "pro nova domo benedicenda". La cerimonia si svolse in questo modo.

     

    Partendo Nostro Padre dai piani inferiori saliva gradatamente ai superiori, nel mentre che tutti i Padri e Fratelli di ciascun piano, dopo di aver ricevuto la benedizione, salivano anche essi seguendo N. P. ai piani di sopra.

     

    Giunti all'ultimo piano, dinanzi all'immagine del S. Cuore, posta a capo della scala, si rinnovava solennemente la consacrazione di tutta la famiglia religiosa al S. Cuore di Gesù."